HO SETE ANCORA

Titolo: Ho sete ancora

Sottotitolo: 16 racconti per Pino Daniele
Testi di: Maurizio Braucci, Antonella Cilento,  Marco Ciriello, Maurizio de Giovanni, Diego De Silva, Francesco Durante, Francesco Forlani, Enrico Ianniello, Peppe Lanzetta, Lorenzo Marone, Titti Marrone, Antonella Ossorio, Silvio Perrella, Angelo Petrella, Luciano Scateni, Brunella Schisa

Introduzione di: Federico Vacalebre

Con un ricordo di John Turturro

Prima edizione: 2015

Iocisto Edizioni, Napoli
ISBN: 9788894093315
Prezzo: € 14,50

 

E se provassimo a capire, a cercare di capire almeno, di cosa parliamo quando parliamo di Pino Daniele? Di cosa parlano, ad esempio, questi racconti di scrittori napoletani raccolti da Titti Marrone, ognuno ispirato a una canzone, e pubblicati da quei carbonari-masanielli di Iocisto? Se ci interrogassimo intorno al senso di perdita che attanaglia la nazione Napoli da quella maledetta notte del 4 gennaio? Se ci domandassimo i motivi di un’assenza-assedio, di un lutto che travalica generazioni e distinzioni di classe, sesso, orientamento politico? Se ci chiedessimo perché nella città dove nulla funziona si è riusciti in poche ore a organizzare perfettamente un funerale con centomila persone in piazza del Plebiscito? Perché nella terra delle emozioni smodate e sempre ostentate, a favore di telecamere se possibile, quel rito è apparso come il più rigoroso, affettuoso, partecipe silente atto d’amore mai visto?

Federico Vacalebre

 

Sedici canzoni, sedici racconti. Musica che ispira, arte che si trasforma in altra arte. Ho sete ancora è un’antologia di racconti, il risultato dell’incontro tra sedici scrittori napoletani e sedici canzoni di Pino Daniele. Il cantautore partenopeo, che ha disegnato con le sue note l’immagine più realistica della città, rivivrà nelle storie di Maurizio Braucci (Bella ‘Mbriana), Antonella Cilento (Terra mia), Marco Ciriello (Notte che se ne va), Maurizio de Giovanni (Je so’ pazzo), Diego De Silva (Sulo pe’ parlà), Francesco Durante (Quanno chiove), Francesco Forlani (E cerca ‘e me capì), Enrico Ianniello (Appucundria), Peppe Lanzetta (Donna Cuncetta), Lorenzo Marone (Alleria), Titti Marrone (Quando), Antonella Ossorio (Lazzari felici), Silvio Perrella (Santa Teresa), Angelo Petrella (Viento), Luciano Scateni (Sotto ‘o sole), Brunella Schisa (Napule è). La raccolta, diretta da Titti Marrone, è impreziosita dall’introduzione di Federico Vacalebre e da un ricordo di John Turturro.