IL TEMPO DEL TRAVAGLIO

Titolo: Il tempo del travaglio

Autore: Salima Martignoni
Prima edizione: 2015

Kairòs Edizioni, Napoli

Collana: Le parole della Sibylla

ISBN: 9788899114831
Prezzo: € 10,00

 

Un percorso interiore con molte ripercussioni nell’ambiente esterno circostante, non sempre comprensivo e amico, che ha interessato un lungo periodo dell’esistenza della poetessa, dopo un tragico episodio che l’ha colpita direttamente. Dagli inferi al purgatorio, per poi salire quasi al paradiso, dal buio più pesto alla luce irradiante della serenità, dall’amaro sapore della pece al dolce gusto del miele… Una raccolta di liriche che è uno spaccato sulla vita dell’autrice, ma che può ben rappresentare il dolore e l’annientamento di molti lettori che hanno “leccato” il fondo del mondo… un’accurata e accorata descrizione del suo tempo del travaglio.

 

SALIMA MARTIGNONI è nata a Varese il 27 maggio 1971 e attualmente vive a Busto Arsizio (VA). La sua professione principale non ha nulla di poetico, infatti è impiegata presso il Comune di Castiglione Olona (VA), poiché, come disse la grande Alda Merini «la poesia non dà il pane», ma la passione per la poesia l’accompagna sin dalla sua infanzia.
La sua prima poesia vinse, infatti, un concorso indetto dalla maestra di terza elementare, che soddisfazione per la piccola poetessa in erba! Da allora non ha mai smesso di scrivere e ha partecipato a vari concorsi di poesia, classificandosi spesso tra i primi posti.
Nel 2000 si è cimentata in una forma di scrittura più ampia e ha pubblicato il suo primo libro di prosa poetica “Ieri, oggi e domani su pietra incisi” con la casa editrice H.S. Helena Solaris di Caronno Pertusella (MI): un doloroso viaggio attraverso i labirinti della malattia mentale della protagonista, in cui versi di poesia si alternano al testo in prosa. Questa sua prima “fatica” letteraria è stata donata alla maggior parte delle biblioteche comunali della provincia di Varese ed è in vendita in due librerie della città. Sino ad oggi ha scritto circa duecento liriche, per lo più intimistiche e a tratti anche un po’ ermetiche. Il suo poeta preferito è il romantico Giacomo Leopardi e, tra i contemporanei la grande Alda Merini, che ha avuto l’onore di conoscere personalmente.