L’ARCIDUCA DEVE MORIRE – MAURIZIO SCATENI

Titolo: L’arciduca deve morire

Sottotitolo: Una spy story alla vigilia della Grande guerra

Autore: Maurizio Scateni

Prima edizione: 2019

Kairòs Edizioni, Napoli

Collana: Maigret

ISBN: 9788899114619
Prezzo: € 15,00

 

Il barone guardò Redl con attenzione. Parlava con gentilezza studiata, socchiudendo gli occhi con affettazione, mentre le dita pallide giocherellavano con le estremità di un tagliacarte che aveva tutta l’aria di essere stato una baionetta.
Luparelli non sapeva di trovarsi a un passo dall’abisso dello spionaggio come lo si giocava davvero. Si strofinò l’indice sotto il naso e quell’abisso si aprì sotto i suoi piedi.
«Signor barone, io le posso fornire il cifrario del nostro Ministero della Guerra e le istruzioni per utilizzarlo, i manuali e l’orario ferroviario di mobilitazione dell’esercito austriaco con i punti di concentramento di tutte le unità; le posso procurare le mappe di tutte le nostre fortezze alpine, delle difese costiere, dei porti militari di Pola e delle Bocche di Cattaro; le posso fornire lo stato di tutte le unità dell’esercito man mano che la mobilitazione procederà e i loro movimenti. Le trasmetterò indicazioni sullo stato delle navi della flotta militare e della flotta mercantile e la loro posizione. La informerò su quanto del nostro esercito rimarrà schierato contro la Serbia e la Russia. Le rivelerò l’identità di tutte le nostre spie che circolano nel vostro territorio e darò protezione a tutte le vostre spie nel nostro…»

 

In un’Europa in cui si addensano le nubi di un conflitto come mai il mondo aveva visto prima, il barone Luparelli viene distolto dalle sue pacifiche occupazioni napoletane e inviato a Vienna per sciogliere un enigma: chi c’è dietro il complotto che mette l’Italia in pericolo? E perché a Roma il ministro degli Esteri, il marchese San Giuliano, non sembra curarsene? Ma soprattutto, un solo biglietto anonimo potrà salvare l’Europa dalla catastrofe?

 

MAURIZIO SCATENI è nato nel 1962 a Napoli dove vive e lavora in una società d’informatica. Nipote del giornalista Luciano Scateni, appassionato di Storia contemporanea, condivide gli ideali dell’antifascismo di cui ammira la figura del bisnonno Ariele Luparelli. È spesso in viaggio per seguire gli altri suoi due interessi: l’opera lirica e l’arte. “L’arciduca deve morire” è il suo primo romanzo.

 

Acquista il libro su ibs

Acquista il libro su Amazon

Acquista il libro su Mondadori store